Translate

giovedì 31 marzo 2011

Vacanze in Inghilterra parte 1°


Non molti anni fa esattamente era l’estate del 1996 i miei genitori mi premiarono con il mio sospirato viaggio in Inghilterra. Mi iscrissero ad una vacanza studio ad Oxford per la durata di 3 mesi. Io sul momento rimasi stupita e fui molto contenta. Contai con ansia i giorni non vedendo l’ora di organizzare la partenza. Arrivò finalmente la settimana prima ed io emozionantissima iniziai a preparare tutti i bagagli, l’unica cosa che mi spaventava però era l’ aereo. Non avevo mai preso un aereo fin a quel giorno, ma quando arrivò il momento della partenza mi incoraggiai e riuscì a fare un buon viaggio. Il viaggio fu un po’ lungo e molto piacevole grazie alle hostess molto in gamba e gentili che c’erano e anche perché era una splendida giornata soleggiata. Quando ti affacciavo al finestrino vedevo tante nuvole a varie forme; alcune sembravano tante montagne di panna perché erano bianchissime, altre invece avevano una forma di animali oppure di faccia di persone. A mano a mano che si proseguiva nel viaggio le sfumature del cielo cambiavano e iniziai a vedere un maggior cambiamento proprio mentre stavamo quasi per arrivare a destinazione. Non immaginate la mia faccia quando le hostess annunciarono che l’ arrivo era quasi vicino una immensa emozione……. Io partì insieme ad altri ragazzi che dovevano frequentare insieme a me il corso e quindi iniziai già a fare amicizia con alcuni di loro. Scesi dall’ aereo ci aspettava un pulmino che ci avrebbe portato alla scuola in cui dovevamo alloggiare. Da lì iniziò il giro della città. Anche se la strada per arrivare a scuola non era molto lunga incominciammo a vedere qualcosa. L’ arrivo a scuola era previsto per il pomeriggio, andò tutto bene e alle 16,30 in punto eravamo già a destinazione. on vi dico la mia faccia quando arrivammo!!! La struttura era bellissima e molto grande, conteneva molte stanze anche letto e, molte attività non solo educative, ma anche di intrattenimento, c’era persino la piscina….. Ci mostrarono le nostre stanze da dividere con altre amiche, anche se mi capitò di non conoscerle riuscì a fare amicizia molto presto e ad andare d’accordo. Quella sera stessa dopo cena prima di andare a dormire ci divertimmo molto oltre a fare conoscenza fra di noi. Entusiasta andai a dormire attendendo con ansia l’ arrivo del giorno dopo, infatti la mattinata che seguiva avevano inizio non solo le lezioni, ma era previsto anche nel pomeriggio l’ intrattenimento, insomma era tutto un programma, c’erano gli orari da rispettare rigorosamente perché il programma era molto vasto, ma tutto sommato alla fine della giornata eri sì stanca ma felice.
Posta un commento